D20 – Percorso Educativo alle Autonomie

Cos’è D20

Diventi

seconda persona singolare dell’indicativo presente di DIVENTARE

Diventare

= modificarsi di uno stato, dal latino de+ventum “venuto da”; sinomini: divenire, trasformarsi, tramutarsi

Diventi

= evoluzione, trasformazione, espressione di sé.

Diventare

= un processo dinamico, un cammino, un viaggio.

Imitare o trasformarsi?

Nel corso dell’esistenza la metamorfosi dell’uomo è un elemento da risvegliare. Più che imitando un comportamento esteriore di un modello, l’uomo lo farà immergendosi nel Grande Racconto, nel dinamismo universale e vitale.

Michel Serres
Il Mancino Zoppo

Il progetto D20 è un percorso, non una struttura fisica, che utilizza una villetta a Trinità messa a disposizione dall’amministrazione Comunale, come base di appoggio, come strumento.

L’idea è quella di utilizzare questa risorsa sia come luogo di sperimentazione di percorsi socio educativi per persone con disabilità e fragilità, sia come luogo a disposizione della cittadinanza per poter usufruire di servizi e attività socio culturali.

Al centro vengono messe le persone, con le proprie unicità e specificità, proponendo loro di sperimentarsi in attività di autonomia domestica, casalinga, imparando a cucinare e fare la spesa, per poi “inoltrarsi” nel territorio attivando dei rapporti di prossimità e di cittadinanza attiva.

Al momento vengo proposti dei pacchetti di 10 volte (un giorno a settimana) in piccoli gruppi da 3/4 persone, dove ci si toglie di dosso l’abito di utente di un servizio e si indossano i panni di persone che provvedono a sé stesse, che offrono anche un servizio al territorio (come la cura di spazi pubblici, giardinetti, biblioteca civica) con l’intento di restituire per l’utilizzo della casa.

Abbiamo notato nei beneficiari, dopo un primo momento di “sano smarrimento”, la sorpresa e l’entusiasmo di passare dall’altra parte della barricata. Come l’operare delle scelte per noi scontate (tipo cosa cucino oggi) sia per loro una novità assoluta!

L’entusiasmo e la gioia per lo scontato è per noi l’indicatore del benessere delle persone.

Figura centrale di questi percorsi è l’operatore inclusivo, colui che accompagna e sostiene le persone con disabilità, che cambia il paradigma del proprio modo di lavorare.

Per noi fare comunità locale va di pari passo con l’opportunità di sviluppare il valore sociale della disabilità , di realizzare nel territorio, in cui si lavora, si abita, un’effettiva inclusione sociale, di lavorare sulle relazioni, su valori di vicinanza, di solidarietà e di promuovere attività di coesione sociale.

I contesti all’interno del progetto D20 spostano l’agito delle attività educative della cooperativa Il Ramo. Mettendo in gioco la sua “zona di conforto” e avviando sfide inclusive, svolgendo il nostro lavoro fuori dal contesto del centro diurno (della struttura). Stare con e nel territorio permette di creare relazioni, reti, flussi vitali. Il contesto permette alle persone con disabilità di essere concretamente una risorsa per il territorio, provando a ribaltare l’ancora esistente relazione di dipendenza, secondo cui è la comunità che si caratterizza come risorsa per la persona con disabilità e non viceversa. Da sottolineare il senso civico e di responsabilità richiamato da questa idea, che inevitabilmente incide su dinamiche relazionali di un territorio. Lo rende più virtuoso e accogliente.

Contatti

tel: +39 345 97 99 617

e-mail: uet@ilramo.it

Via Roma, 62/B
12049 – Trinità (CN)

Sostienici

il tuo aiuto per il progetto D20 aiuta le persone disabili e dà una mano anche alle loro famiglie